Rassegna Mondovisioni: il programma

I documentari di INTERNAZIONALE arrivano a BOLOGNA

Nove recentissimi film su informazione, attualità internazionale e diritti umani 

 

Le proiezioni si terranno dal 21 gennaio al 29 aprile 2014, con cadenza

bisettimanale, presso il Kinodromo – Cinema Europa (via Pietralata 55/A) e

saranno un'importante momento per delineare un’immagine stratificata di quello

che intendiamo per attualità, una sovrimpressione di istantanee del presente,

ombre del passato, visioni del futuro su temi come privacy online, violenza di

genere, aiuti umanitari, crisi economica, religione e omofobia, clandestinità,

brevetti su farmaci salvavita e assistenza sanitaria, ineguaglianza.

 

Clicca sul calendario per la locandina completa in PDF.

 

.

 

I documentari di Internazionale

 

  Sfera CubicaKinodromo e LOCOMOTIV CLUB Bologna

in collaborazione con CineAgenzia, Medici Senza Frontiere e Civico 32
e con il sostegno di Radio Città del Capo
presentano

SOSTIENI MONDOVISIONI!
Festa di finanziamento: aiutaci a portare a Bologna i documentari di Internazionaleselezionati nei festival più importanti del mondo (da gennaio ad aprile 2014)

PHINX live - Presentazione nuovo disco Hòltzar

A seguire si balla con
Rebecca Wilson
Godblesscomputers
Pabliz Yocka

Ingresso 6 euro (con tessera AICS)
Info 338/0833345

**************
Per info, materiali e partnership su Mondovisioni / BO: press@sferacubica.it

 https://www.facebook.com/MondovisioniBO

 

L’uomo che sconfisse il boogie - Le avventure di Secondo Casadei

 Martedi 13 marzo 2012, ore 21:00

 

 

 

Documentario di Davide Cocchi, 2006

   

In un’edizione del Resto del Carlino datata 1954, il giornalista riporta ammirato e divertito l’esperienza di una serata in cui Aurelio Casadei in arte Secondo, l’autore di Romagna Mia, acclamato dalla folla, riduce al silenzio a colpi di musica l’altra orchestra in programma per la serata, quella americana.
Il primato del liscio in sala da ballo viene ripristinato, dopo l'invasione dei generi d'oltreoceano del dopoguerra.
Secondo Casadei da quel momento non è più un suonatore, un musicista, un compositore; diviene un mito, una bandiera.

 

Dopo la proiezione del documentario, ci racconteranno l'uomo e l'artista Casadei:

 

Riccarda Casadei, figlia di Secondo

 

Arte Tamburini, sua cantante

 

CIVICO32, presso il Cortile Cafè | via Nazario Sauro 24/b | Bologna 
 

         

Andrea Costa, storia di un anarchico socialista

Martedì 29 Novembre 2011, ore 21.00

 

Le proiezioni del CIVICO:

Andrea Costa, storia di un anarchico socialista
di Giangiacomo De Stefano, Mauro Bartoli, 2010, (45 min.)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Andrea Costa, imolese, è una delle personalità più influenti del panorama politico italiano post unitario. Rivoluzionario di idee anarchiche, poi tra i fondatori del Partito Socialista e successivamente primo socialista entrato nel parlamento italiano, e unico a proporre l’abolizione del matrimonio…

Il documentario ricostruisce, a tutto tondo, amori e  pensiero politico di una delle figure più importanti della storia del nostro paese.

 

Intervengono il regista Giangiacomo De Stefano e Tomaso Marabini, operaio e grande conoscitore del movimento operaio romagnolo.

 

 

CIVICO32, presso il Cortile Cafè | via Nazario Sauro 24/b | Bologna
 

È stato Morto un Ragazzo

Martedì 9 novembre 2010, ore 20.30
 

 

 

È stato Morto un Ragazzo

Proiezione del docufilm di Filippo Vendemmiati sul caso Federico Aldrovandi.

Proiezione del docufilm sul caso Federico Aldrovandi che una notte incontrò la polizia (Promomusic, 90 min).
Dopo la proiezione sarà possibile dialogare con il regista Filippo Vendemmiati, giornalista di Rai 3 e con Alessandro Gamberini, uno degli avvocati della famiglia Aldrovandi.

Filippo Vendemmiati racconta la storia di Federico Aldrovandi, i fatti accertati e i misteri che li avvolgono, il processo e i suoi numerosi colpi di scena, tentando di fornire una spiegazione plausibile del’accaduto proprio a partire da quegli interrogativi rimasti sospesi.
La narrazione è arricchita da materiali inediti forniti dalla famiglia e dai suoi legali, dagli atti processuali e dai filmati Rai provenienti dai telegiornali e dall’archivio giornalistico dello stesso autore.

“Non ho visto niente e non voglio sapere niente.
La polizia si deve anche difendere delle volte, le forze dell’ordine fanno il loro dovere, la notte e che dovere che fanno. Dele volte ci rimettono anche la pelle. E delle volte purtroppo ci sono anche delle vittime. E ci sono e non c’entrano niente.”
Un testimone.

Il 6 luglio 2009 quattro agenti in servizio presso la questura di Ferrara sono stati ritenuti dal Tribunale di Ferrar responsabili del delitto loro ascritto e condannati alla pena di tre anni e mesi sei di reclusione oltre al pagamento delle spese processuali.

Guarda Il trailer
Guarda il blog aperto dalla madre di Federico

 

CIVICO32, presso il Cortile Cafè | via Nazario Sauro 24 | Bologna

Prossimi appuntamenti

Dicembre 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

Gallery