NUOVI LUOGHI DELLA CONTEMPORANEITÀ - Parole, foto#grafia, poesia

MARTEDI 31 MARZO 2015, ore 18.30

"Il caso delle social street come esempio di organizzazione sociale capace di influire nelle politiche e nel quotidiano della città"

Terzo incontro della rassegna organizzata dall’associazione Civico 32 insieme a GarBo – Giovani architetti Bologna in collaborazione con Scuola della Carta, Fantomars arte accessibile, Versante Ripido.

Nuove forme di legame sociale sono le social street come esempio virtuoso all'interno di contesti, le città, che mutano il loro aspetto di continuo. Come rendere il mio quartiere, il mio ambito di vita piccolo o grande, riconoscibile? e abitabile? Al di là di discorsi più generali, rimane la questione della mia vita quotidiana e dei luoghi che attraverso tutti i giorni. Delle città, che vado a visitare, secondo Augé, è in atto una serializzazione dei luoghi abitati. Ogni città, che voglia entrare o confrontarsi nel circuito del turismo attuale, chiama architetti famosi a progettare le opere più in vista. In questo modo, più che il luogo dove qualcosa cresce nella sua storia, si va ad edificare in uno stile "internazionalistico", cosa che, insieme ai non luoghi fioriti in tutto il mondo, rende il nostro pianeta riconoscibile (in quanto dovunque trovo lo stesso supermercato) ed allo stesso tempo spaesante.

Ivana Pais, docente di Sociologia economica all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, dialoga con Saverio Cuoghi della rete bolognese delle social street. Intervengono alcune social street cittadine: via Duse, via Nazario Sauro e via del Pratello.

Manifesto della Rassegna

Calendario Rassegna

CIVICO32, presso il Cortile Cafè | via Nazario Sauro 24/b | Bologna