Moleskine e il viaggio immaginario

Inaugurazione, 30 gennaio 2016, sabato, ore 20.00

                     

in occasione della notte bianca dell'arte l' Associazione CIVICO 32 in collaborazione con la Scuola della Carta presentano la mostra:

La mostra propone un allestimento di nove Japanese Moleskine rivisitate e trasformate in libri oggetto le cui immagini si espandono e prendono vita all'interno della sala.
E' un progetto coordinato da Patrizia Beretta con un gruppo un gruppo di allievi dell'Accademia di Belle Arti di Bologna .
L'esposizione nasce dall'idea di illustrazioni e racconti che trascendono lo spazio chiuso del libro e prendono una dimensione ambientale .
E' una produzione autonoma presentata per la prima volta durante la Notte Bianca dell'Arte .

Collettiva di :
Patrizia Beretta, Federico Falaschi, Giulia Fruzzetti, Chiara Martinelli, Erica Molli, Alessandra Nardotto, Anna Oppio, Emma Lidia Squillari, Silvia Vinciguerra.

In mostra sino al 24 febbraio 2016 dal martedi al venerdi 18.00-24.00

CIVICO32 | presso il Cortile Cafè | via Nazario Sauro 24/b | Bologna

EARLY ANIMATION - Mercoledi 18 Novembre 2015, ore 19.30

in anteprima al BilBOlbul - IX Edizione del Festival Internazionale del Fumetto

Patrizia Beretta, Arianna Farricella, Filippo Ferretti, Raffaele Sorrentino, Vincenzo dell'Anna, Ercia Molli di (CANEMARCIO-autoproduzione di fumetti e illustrazioni sulla carta e nel web) presentano i loro lavori
La mostra sarà composta da 10 fenachistoscopi, oggetti inventati per creare immagini in movimento prima che fosse inventato il cinema.

Ospite d'onore: Simone Angelini disegnatore/autore di fumetti che ha appena pubblicato il volume "Anubi" con la casa editrice Grrzetic.

Per tutti gli intervenuti APERITIVO CON BUFFET

In mostra sino al 19 dicembre dal martedi al venerdi 18.00-24.00

CIVICO32, presso il Cortile Cafè | via Nazario Sauro 24/b | Bologna

ARCANO 17 - venerdì 17 aprile 2015 ore 19.30

E’ il non luogo dell’immaginario il soggetto della mostra, dal titolo ARCANO 17, dell’artista FRANCESCA MODOTTI, che l’Associazione Civico 32 propone in collaborazione con Fantomars Arte Accessibile.

La mostra, curata da Giovanni Monti, propone una serie di opere su tela realizzate con tecnica mista nella forma del dittico, dove il codice espressivo è la somma di due linguaggi: quello figurativo e quello astratto-minimalista. Tema dominante la figura femminile, scomposta e ibridata, interpretata e rielaborata in visioni surreali.
Il titolo si rifà al testo di Andrè Breton, nel quale l'autore francese poneva al centro della narrazione la figura femminile nella sua valenza di musa ispiratrice e di trasmutatrice di energie alchemiche.
Francesca Modotti infatti focalizza da sempre la propria ricerca artistica sull'indagine del mistero oscillante tra corpo, anima e psiche femminile, partendo da se stessa, e dalla propria immagine, per compiere un itinerario universale di scoperta del nuovo e del tutto.

“L'abbandono del consueto linguaggio di scomposizione e ristrutturazione fotografica spinge Francesca Modotti - scrive il curatore Giovanni Monti - con i lavori di “Arcano 17”, in un territorio precedentemente frequentato quasi di soppiatto e con pudore, come quello della pittura, dove invece adesso si addentra con l'audacia quasi sfrontata di voler frugare anche i recessi più oscuri, e di trascinare fuori dalle loro tane i personaggi misteriosi eppure archetipici che le abitano”

L'inaugurazione della mostra proporrà anche due performance di poesia visiva:

AIUO(L)E di Giovanni Monti e

SPOKEN WORD di Davide Galipò e Nicola Gugliuzz.

Non mancherà la musica live d’autore con il gruppo TORAKIKI, giovane band electroindie della scena indipendente bolognese, quale “colonna sonora” della serata inaugurale di ARCANO17.

CIVICO32, presso il Cortile Cafè | via Nazario Sauro 24/b | Bologna

RUBEDO OPERA AL ROSSO - venerdì 20 marzo 2015 ore 18.30

Estratto testo critico di Giovanni Monti

"Rubedo. Opera al Rosso.

Questo termine può rappresentare il punto nel quale confluiscono i fili tirati dall'autrice nei diversi piani di narrazione, che scorrono parallelamente, o a volte addirittura intrecciandosi, lungo un percorso iniziatico spirituale e trascendente..."

Il cammino si dipana attraverso tappe e fusioni tra elementi opposti ma simmetrici e complementari, proprio come avviene nel procedimento alchemico che da' il nome all'opera pittorica e che realizza con la trasformazione della materia nota come "opus magnus".

Estratto critico di Annalisa Mombelli

"La giovani artista ha evidenziato la sua ricerca del rapporto luce ed ombra, ricordando in queste esecuzioni la pittura seicentesca di Rembrandt giocata proprio nei bruniti neri e nei neri ocra. L'oscurità dei dipinti di Rita non è data però dal puro nero ma dal bitume da cui fa emergere luci potenti. Il colore bisogna sentirlo e nobilitarlo e lei lo ha saputo fare.

Ha scavato nel colore e sul legno come si scava nella vita alla ricerca della Verità che non è mai limpida ma torbida, fatta di luci e ombre che tra loro sono sorelle, e può essere intuita e compresa solo con Cuore ed Animo".

 

CIVICO32, presso il Cortile Cafè | via Nazario Sauro 24/b | Bologna

Prossimi appuntamenti

Ottobre 2017
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

Gallery