Mostra di artisti in slow production

Venerdi 28 gennaio 2011, ore 20.00

 



 

Nel vostro percorso per Bologna alla scoperta delle opere proposte in occasione di Arte Fiera OFF, non dimenticate di inserire una tappa al CIVICO32, in via Nazario Sauro 24/b c/o Cortile cafè, non ve ne pentirete.

Opere di:
ADRIANI ARIANNA
GABRIELLI ALESSANDRO
PICCA MONICA
TARTARI FABRIZIO
TOMASINI GIOVANNI


L' Art Brut è stata fondata dal pittore francese JEAN DUBUFFET nel 1945 dopo aver raccolto quantità enormi di lavori prodotti da malati di mente, emarginati, persone affette dalle più svariate patologie, lavori che non hanno niente a che vedere con l'arte Naif o i disegni dei bambini ma piuttosto con pitture arcaiche dei popoli primitivi.
La collezione Dubuffet è conservata ed esposta nel famoso Museo dell'Art Brut di Losanna in Svizzera (più di 5000 opere realizzate da quasi 500 artisti).

Lo stesso Dubuffet definisce l'Art Brut come "l'arte che si ignora, che non conosce il proprio nome, prodotta dall'ebbrezza creativa senza alcuna destinazione".
E ancora che si tratta di "lavori effettuati da persone indenni di cultura artistica, nelle quali il mimetismo, contrariamente a ciò che avviene negli intellettuali, abbia poca o niente parte, in modo che i loro autori traggano tutto (argomenti, scelta dei materiali messa in opera, mezzi di trasposizione, ritmo, modi di scritture, ecc.) dal loro profondo e non stereotipi dell'arte classica o dell'arte di moda" .

In anni molto più recenti oltre al termine Art Brut ne vengono utilizzati altri come Outsider Art, Borderline, Arte Grezza o Arte Irregolare ma tutti sono estensioni dello stesso concetto.

 

Tra le 20.30 e le 21.00 interverranno Ulisse Belluomini, Presidente di Coop. Attività Sociali e Monica Macchiarini, Coordinatrice artistica di Marakanda.


Le opere sono in vendita a costi accessibili. Potrete così finalmente lasciarvi andare al desiderio di portarvi a casa un opera d'arte, impulso troppe volte, purtroppo, soffocato...

Seguendo la linea

Venerdì 3 Dicembre, ore 20.00

 

 

Inaugurazione mostra
SEGUENDO LA LINEA
esposizioni di Marina Vallese

In collaborazione con Meltin'BO - Associazione Culturale


In mostra fino al 3 gennaio 2011 | lunedì/sabato 18.30 - 24.00

Cheryl Bonsi, Mostra Fotografica

Sabato 16 ottobre 2010, ore 21:00

I Perturbazione, scattati da Cheryl Bonsi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sabato 16 ottobre al Cortile Cafè sarà inaugurata la prima mostra fotografica dedicata a I Perturbazione, una delle migliori band pop rock italiane in circolazione.
Gli scatti sono di Cheryl Bonsi, fotografa bolognese che ha seguito il gruppo nel corso del loro ultimo tour sopra e sotto i palchi.

 

La prima mostra fotografica dei Perturbazione anticipa l'ultimo evento speciale di Ottobre. La band sarà infatti il 23 Ottobre al Teatro Civico di Varallo Sesia (VC), per reinterpretare la "Buona Novella" di Fabrizio De André, evento che vedrà alternarsi sul palco come ospiti speciali Nada ed Alessandro Raina (Amor Four).

 

CIVICO32, presso il Cortile Cafè | via Nazario Sauro 24 | Bologna

 

Parallelism

Venerdì 16 Aprile 2010, ore 20.00

 

 

Inaugurazione mostra:
“Parallelism”, parallelismi di contemporaneità: confronto tra i tre giovani artisti Walter Mazzarella, Leonardo Rinaldi, Andrea Spano.

Il parallelismo che nella geometria rappresenta la distanza costante tra due rette parallele evidenzia in questa esposizione il gioco e la rappresentazione di  paesaggi urbani e mappature di un microcosmo quotidiano. Ognuno analizzando il proprio linguaggio crea  linee tra lo spettatore e l’opera che paiono non incontrarsi mai.

Così Mazzarella con tratti risoluti ed energici dirige lo guardo all’interno dell’opera con moti verticali quasi a collage facendo fuoriuscire le sue immagini appena accennate. Leonardo Rinaldi cela con pennellate precise e orinate la luce crepuscolare che potente sfonda la soglia dell’oscurità e Andrea Spano ingrandisce particolare quotidiani con cascate sfuocate di colore che plasmano lo spazio del quadro immergendovisi come gocce di pioggia.

I tre giovani pittori proposti dal Civico32 fanno parte di un gruppo di sei artisti che hanno deciso di condividere un luogo, lo studio bolognese, per potersi confrontare e dove costantemente nascono idee e iniziative.
Verranno esposte opere particolarmente significative del loro percorso artistico.

In mostra fino al 19 Maggio 2010 | lunedì/sabato 18.30 - 24.00
 

Lines and Fragments

Sabato 13 Marzo, ore 20.00

 

Linee e frammenti di contemporaneità

Confronto tra i due giovani artisti Nicola Menga e Luciano Sestito.

Nella geometria che c’è stata insegnata nell’infanzia una linea, estremamente sottile, contiene un numero infinito di punti e si estende infinitamente in entrambe le direzioni.
In questa esposizione i due giovani artisti, Menga e Sestito, divengono linee che percorrono una strada che apparentemente non s’incontrerà mai.

La linea di Nicola Menga cammina verso un moto rotatorio, impiega più tempo ad arrivare a destinazione, riesce a stimolare la vista facendo fuoriuscire dalla tela piccoli frammenti di materia che con le loro tonalità calde e corpose prendono spazio costruendo una mappatura.

Diversamente la linea di Luciano Sestito, è una colatura leggera, un gesto liberatorio, una ricerca estenuante dell’infinito. Il colore, solo accennato contribuisce a creare una direzione che sulle tele convergono verso il sud, un flusso, una goccia che scivola percorrendo tutta la superficie creando una giuntura che collega le due estremità.

I due artisti lavorano su campi diversi ma convergono nella ricerca di frammenti che compongono una linea, ognuno di loro con tecniche diverse reinterpreta, elabora e seziona giungendo al fine unico dell’incontro e del confronto.

Verranno esposte opere particolarmente significative del loro percorso artistico.


In mostra fino al 15 Aprile 2010 | lunedì/sabato 18.30 - 24.00

Prossimi appuntamenti

Agosto 2017
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

Gallery